fracchie2L’ ufficio delle tenebre a Monte Sant’Angelo ci ha caricato di emozioni.
Con questo bel sentimento nell’anima, dopo una bella passeggiata, prendiamo la direzione di San Marco in Lamis.
La serata e’ invernale, il freddo pungente.
Arrivati nei pressi di San Marco, si vedono i primi fumi.
Un incendio o cosa?
Andiamo a vedere, curiosi, guidati dal flusso della gente.Le fracchie di San Marco
Uno spettacolo incredibile. LE FRACCHIE!!!
Una signora capisce il nostro stupore e ci spiega.
Le fracchie sono  “dei carretti, con delle “maxi-torce” accese, trainate dalla gente, per illuminare la strada della processione della Madonna”.
Guardiamo la prima Fracchia, poi un’altra, poi un’altra ancora…. Ognuna è diversa dall’altra.
Ogni quartiere, ogni gruppo di persone può costruire la propria fracchia, personalizzandola con dipinti, simboli, bandiere.
Alcune sono grandissime, altre minuscole, ma portate con lo stesso orgoglio.
A cadenze di due minuti, la fracchia viene tirata in avanti di una cinquantina di metri.
C’è chi tira,fracchie1 chi alimenta il fuoco, chi fa da contrappeso, chi da la direzione.
Un gioco di squadra incredibile che vale la pena vedere almeno una volta nella vita.
La gente, un po’ per ammirazione, un po’ per il freddo segue i carretti.
Le ore volano, arriva l’ora di tornare a casa, riscaldati nell’animo e nel cuore.Fracchie
Se la Pasqua deve rappresentare unione, calore….
Le fracchie ne sono un esempio!!!

Alle prossime FRACCHIE NON POTETE MANCARE!!!!
QUESTO E’ IL GARGANO…

Facebooktwitter